Intervento On Field

Aggiornamento Corona Virus

DPCM 8 Marzo 2020
Alla luce del DPCM dell’8 marzo 2020 e della successiva estensione delle misure ivi contenute a tutto il territorio nazionale del 10 e 11 marzo si forniscono ulteriori elementi rispetto alla news pubblicata sul portale wholesale in data 10 marzo 2020 in merito alle modalità di esecuzione degli interventi on field in delivery e assurance, tenuto conto della necessità di garantire i servizi essenziali in un quadro di precauzione e tutela della salute di tutti i soggetti coinvolti nelle attività.

In particolare, nell’ambito delle attività di delivery e assurance:

  • Saranno garantite le attività che prevedono un intervento in assenza di persone (esempio apparati stradali, luoghi dove non si realizza interazione umana).
  • Gli interventi presso siti critici (presidi sanitari/ospedalieri), di pubblica utilità, di pubblica sicurezza, saranno garantiti utilizzando l’apposita dotazione di protezione individuale (DPI), prevista per il livello di rischio specifico, previa autorizzazione dei responsabili del sito critico o della Autorità competente circa le modalità di ingresso. In assenza di comprovata autorizzazione si provvederà alla sospensione dell’Ordine di lavoro o del Trouble Ticket con Causa Cliente e apposita annotazione notificando all’Operatore che la sospensione è derivante dalle normative introdotte per l’emergenza sanitaria.
  • Gli interventi presso i clienti che non rientrano nella fattispecie di cui sopra saranno effettuati previa valutazione dei luoghi di intervento e del rispetto delle disposizioni di sicurezza e di igiene pubblica, quali ad esempio la sussistenza della distanza minima di sicurezza. A tal proposito al cliente potrà essere richiesto – nel rispetto della disciplina sul trattamento dei dati personali  – di rispondere ad alcune domande per verificare lo stato di idoneità del luogo dell’intervento (ovverosia mancanza di soggetti contagiati e/o in quarantena, possibilità di operare nel rispetto della distanza minima di sicurezza). In applicazione della vigente normativa, gli interventi presso clienti con autocertificato e/o accertato contagio e/o in quarantena  non sono consentiti; eventuali interventi necessari e inderogabili dovranno essere verificati ed espressamente autorizzati dalle competenti Autorità. In caso di impossibilità di eseguire l’intervento tecnico per l’assenza dei predetti requisiti, il tecnico provvederà alla opportuna sospensione/rimodulazione dell’Ordine di lavoro o del Trouble Ticket con idonea causale notificando all’Operatore che la sospensione deriva dalla normativa vigente a causa della attuale emergenza sanitaria.
  • Le sospensioni sopra indicate daranno origine ad una notifica di sospensione/rimodulazione con causale di “Forza Maggiore” o “Causa Cliente” con apposita annotazione in base alle modalità previste per i diversi servizi. Il superamento dello stato di sospensione sarà possibile solo al venire meno della causa che ha determinato l’impossibilità di effettuare l’intervento debitamente tracciata.
  • Al momento, e fatte salve eventuali ulteriori disposizioni normative, per gli interventi di assurance, le sospensioni “Causa Cliente” avranno una data di fine sospensione fissata al 4 aprile 2020. Tale data naturalmente potrà subire variazioni in considerazione delle eventuali ulteriori disposizioni normative. Nel caso in cui per l’attività on field sia necessario l’accesso ad una sede commerciale del cliente che risulta chiusa a causa delle disposizioni vigenti, l’attività verrà chiusa come “Sede inaccessibile”.
  • Per gestire eventuali casi eccezionali ed eventuali richieste di intervento prioritario relative alle casistiche sopra riportate, gli OAO possono rivolgersi ai consueti punti di contatto di delivery e assurance pubblicati sul Portale Wholesale. Le predette richieste saranno comunque gestite conformemente alle disposizioni di cui ai citati DPCM e alle ulteriori normative vigenti in ragione della emergenza sanitaria COVID-19.

·       Per tutti gli interventi pianificati prima della entrata in vigore delle nuove disposizioni di sicurezza e igiene pubblica, ove non sia possibile rispettare l’appuntamento a causa delle predette disposizioni (es. verifica del sito, presenza di dotazioni DPI, ecc.), il Cliente verrà avvisato della temporanea impossibilità di realizzare l’intervento tecnico in sicurezza. Gli interventi saranno quindi sospesi/rimodulati alla prima data utile, ricontattando il Cliente per fissare un nuovo appuntamento.

     7 Servizi gratuiti fino al 30 giugno Emergenza Corona Virus

Q

sei attualmente offline